Gli indicatori di tessuti molli

Gli indicatori di tessuti molli servono a ricreare il volume occupato in vita dalla muscolatura e dalla pelle e possono variare a seconda delle tabelle utilizzate. I migliori risultati si sono ottenuti con i valori pubblicati da Degreef e collaboratori nel 2006.

Il modello ricostruttivo

Il modello ricostruttivo si ottiene mediante la modellazione della pelle e della muscolatura (se necessaria), appoggiandosi agli indicatori dei tessuti molli.

Il naso

La ricostruzione del naso è tra le fasi più delicate dell'intero processo. Esistono vari metodi, legati a diverse scuole forensi. Tra i più usati vi sono il metodo sviluppato da G. Lebedinskaya e da C. Wilkinson.

Modello digitale del cranio

Sia che derivi da tecniche di SfM/MVSR, sia che provenca da dati DICOM (TAC), il punto di partenza di qualsiasi ricostruzione facciale forense (FFR) digitale è il modello 3D del cranio. La prima operazione consiste nel posizionarlo sul Piano di Francoforte.

Il piano di Francoforte

Il Piano di Francoforte è il piano che passa tra il forame uditivo ed il margine inferiore dell'orbita e serve a simulare la posizione eretta durante la ricostruzione cranio-facciale.